Il punto appena prima della raccolta 2021

Il punto appena prima della raccolta delle patate destinate alla conservazione

Fontane au 2508

Che estate da incubo! Un’esclamazione che in Belgio, da settimane, si ripete a ogni dialogo. Impossibile negare che i rilevamenti meteorologici confermano un eccesso di pioggia e una carenza di sole da inizio giugno. Un meteo simile non può non avere conseguenze sulle nostre coltivazioni di patate.

Questa stagione, gli impianti sono stati fatti tra il 20 aprile e il 10 maggio, in condizioni eccellenti dal punto di vista della struttura dei terreni. L’emergenza è stata lenta a causa delle temperature relativamente basse per il mese di maggio. A giugno, con il favore di un meteo più umido e caldo, le foglie si sono sviluppate rapidamente, ma a scapito della maturazione dei tuberi. Per la varietà di patate Fontane, la più coltivata per il settore industriale, quest’anno si è rilevato un numero di tuberi per pianta al di sotto della norma.

Inoltre, quest’umidità così propizia alla crescita delle foglie è sfortunatamente alleata anche del nemico per eccellenza delle patate: la peronospora. Questa malattia fungina, che inizialmente attacca le foglie, ha provocato le prime infezioni nei campi dall’inizio di luglio. Tuttavia, gli agricoltori avevano iniziato a impegnarsi nella lotta preventiva a partire dal mese di giugno. Le nebulizzazioni di fungicidi preventivi e curativi sono state eseguite a ritmi sostenuti fino alla fine di agosto per limitare al massimo il propagarsi del patogeno le cui spore possono, da ultimo, contaminare i tuberi. Sfortunatamente, nell’orticoltura e nell’agricoltura biologica il fungo è spesso riuscito ad avere la meglio e a distruggere quasi completamente alcuni appezzamenti.

Come se non fosse abbastanza, l’eccesso d’acqua unito alla mancanza di sole rende impossibile una buona attività fotosintetica. Talvolta, allora, la pianta stressata reagisce con una crescita anomala dei tuberi. Monitorando gli appezzamenti abbiamo potuto constatare la presenza di tuberi screpolati dalla metà di luglio e, dalla metà di agosto, in alcune varietà sono comparsi dei cuori cavi.

Nella nostra attività di trasformatori, e ancor di più in quella di produttori di patate, il meteo ha decisamente un ruolo preponderante e, a ogni nuova stagione, porta con sé il suo bagaglio di buone o cattive sorprese a cui è necessario adattarsi.

Nell’attesa, gli agricoltori non possono fare a meno di confidare in un meteo più clemente per la raccolta, che prenderà il via nelle prossime settimane…