Giornata mondiale dell’acqua 2022: i nostri impegni per la sostenibilità

Leggete l’intervista a Julien Populin e Filip Lefever, Responsabili ambientali di Lutosa.

I nostri impegni per la sostenibilità

Lutosa è molto sensibile all’impatto ambientale delle sue attività. Ecco perché ha deciso di prendere una serie di iniziative e metterle nero su bianco nella politica aziendale “Pledge to the World”, che si fonda su cinque principi: Good People, Good Partnerships, Good Agriculture, Good Food e Good Operations. 

Il principio Good Operations invoca un consumo responsabile dell’energia e delle risorse idriche e una gestione ottimizzata dei rifiuti.

Giornata mondiale dell’acqua 2022

 

Quest’anno, il tema della giornata sarà: “Acque sotterranee: rendere visibile l’invisibile”, scelto appositamente per sottolineare il ruolo fondamentale dell’acqua non solo nei sistemi di approvvigionamento del settore agricolo e industriale, ma anche dal punto di vista dell’ecologia e dell’adattamento ai cambiamenti climatici.

L’acqua è una risorsa preziosa e Lutosa fa tutto il possibile per ridurne in consumo in fase di produzione ma anche di coltivazione, nell’intento di preservare l’“oro blu” del pianeta.

Tutti questi sforzi sono riportati nella nostra politica per la gestione idrica. Julien Populin, Responsabile ambientale di Lutosa presso la sede di Leuze, ci spiega in che cosa consiste: “Ci impegniamo nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di ambiente. Abbiamo un’autorizzazione unica ambientale che ci indica come gestire le risorse idriche dello stabilimento, come e in che quantità scaricarle e il volume massimo che possiamo prelevare”.

L’acqua che consumiamo per realizzare i nostri prodotti proviene da una falda freatica ed è in parte rinnovabile. Ma il processo di rinnovamento può richiedere tempo e alcuni dei nostri prodotti consumano acqua in abbondanza. 

Julien Populin, Responsabile ambientale di Lutosa a Leuze, aggiunge che “la difficoltà è rispettare questi rigorosi limiti e riuscire al tempo stesso a lavorare sempre più prodotti, alcuni dei quali richiedono molta acqua”. Filip Lefever, Responsabile ambientale di Lutosa presso la sede di Waregem, ricorda che “Lutosa è stata una delle prima aziende a cercare di limitare il consumo idrico installando un impianto a osmosi inversa”, ovvero un sistema per depurare l’acqua.

Le nostre iniziative per ottimizzare il consumo idrico

Gli stabilimenti produttivi di Lutosa a Leuze e Waregem dispongono di stazioni di depurazione proprie che, oltre a purificare l’acqua prima di reimmetterla nell’ambiente, consentono di ridurre le acque reflue. Il nostro obiettivo primario è consumare ogni anno meno acqua per tonnellata di prodotto finito.

L’acqua riutilizzata copre tra il 20 e il 40% del nostro fabbisogno.

Per ottimizzare questi valori, abbiamo introdotto soluzioni specifiche non solo per consumare meno acqua, ma anche per riciclarla.

GLS_4172_DxO

Già da 15 anni, le acque reflue provenienti dal processo di produzione che non sono abbastanza pure per essere riutilizzate dalle linee vengono trattate con una tecnologia di biometanazione (o digestione anaerobica), che le converte in energia da reimmettere nello stabilimento. Il consumo elettrico annuo equivale a quello di 1600 famiglie. Una volta trattate, le acque reflue possono essere riciclate anche per usi meno nobili, come il lavaggio delle patate.

Da 4 anni, disponiamo di appositi macchinari per purificare una parte dell’acqua metanizzata e reintrodurla nel ciclo di produzione. Questo processo è detto “ultrafiltrazione e osmosi inversa” ed è affidato a un sistema che consente di purificare l’acqua contenente materiali in soluzioni tramite un filtro che lascia passare solo le particelle d’acqua. Filip Lefever, Responsabile ambientale di Lutosa a Waregem, ci spiega che “trasformiamo le nostre stesse acque reflue in acqua potabile per ridurre ulteriormente la quantità d’acqua comunale consumata”.

Quest’acqua più pura e inodore è priva di retrogusto di cloro, sostanze sgradevoli e agenti inquinanti e la destiniamo a usi più nobili, come la produzione di vapore e il raffreddamento.

operations

I nostri obiettivi per il 2025

Lutosa è alla costante ricerca di soluzioni, rappresentate in modo particolare da investimenti e best practice produttive. Julien Populin, Responsabile ambientale di Lutosa a Leuze, conclude: “Se vogliamo che la nostra attività abbia un futuro, dobbiamo attuare una gestione delle risorse improntata al rinnovamento e alla sostenibilità”.

Per citare qualche esempio concreto:

  • A livello di investimenti, abbiamo messo a punto un sistema innovativo che ci permette di controllare il consumo idrico di ogni consumatore in qualsiasi momento della giornata.
  • All’atto pratico, insistiamo sull’uso delle cannule quando puliamo le postazioni con acqua ad alta pressione. È un modo efficace per ridurre il consumo di due terzi (in metri cubi/ora).

Grazie a queste misure, riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi per il 2025.

La Giornata mondiale dell’acqua è l’occasione per farvi scoprire le nostre iniziative attuali e future, tutte basate sui cinque principi fondanti della politica “Pledge to the World”. Questi principi suggellano il nostro impegno a favore della sostenibilità, indispensabile per garantire la sopravvivenza non solo della nostra azienda, ma anche di tutti noi, delle generazioni future e del pianeta.